Seleziona Pagina

Sommario

Graham Barbanera, Fondatore e Amministratore Delegato

Graham Barbanera,
Fondatore e Amministratore Delegato

Messaggio di Graham

Benvenuti nel numero di gennaio di “Impianti del sud Messo a fuoco"

 

Prima di tutto, colgo l'occasione per ringraziare i nostri clienti, colleghi e amici per la lealtà e il supporto che avete dimostrato durante l'anno eccezionalmente impegnativo del 2020. Vi apprezziamo e siamo qui per continuare a supportarvi in ​​ogni modo possibile.

 

Nonostante le sfide che la pandemia COVID-19 ha portato al nostro settore, per Southern il 2020 è stato un anno di miglioramenti sostanziali e progressi nella nostra spinta a conformarci al nuovo regolamento MDR europeo, espandendoci a nuovi mercati e concentrandoci sugli sviluppi di nuovi prodotti. Tutto questo è stato possibile solo grazie alla dedizione di ogni membro del team e ai valori fondamentali in cui condividiamo. Sono grato di essere circondato da un gruppo di persone così eccezionale.

Il nostro motto per tutto il 2020 è stato quello di sfruttare l'opportunità che questa crisi ha creato, per portare avanti le cose. Il risultato è stato che, mentre molti dei nostri concorrenti stavano diminuendo nel terzo e nel quarto trimestre, abbiamo impiegato 3 nuovi membri del personale presso la nostra sede a Irene, in Sud Africa e altri 4 nei nostri mercati in rapida crescita.

La ristrutturazione, l'espansione in nuovi mercati e lo sviluppo del prodotto saranno il nostro obiettivo per il 2021. Per quanto riguarda i nostri risultati nel 2020, non vediamo l'ora di rilasciarvi questi nuovi sviluppi nei prossimi mesi.

Fino ad allora, il nostro augurio per voi è che il 2021 sia un anno di crescita e realizzazione, insieme a abbondanza di prosperità e salute.

 

Infine, ricordiamo le parole di Winston Churchill "Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale: è il coraggio di continuare che conta."

Impianti del sud Impianti zigomatici - 20 anni in via di sviluppo

provata® - Un caso clinico con follow-up triennale

PO Östman, DDS, PhD, MD

Panoramica

L'impianto PROVATA è la combinazione di due design collaudati: il corpo esagonale esterno di Southern Implants con una connessione esagonale interna. La stessa forma del corpo dell'impianto e la stessa filettatura dell'esagono esterno consentono lo stesso kit chirurgico e la stessa sequenza di preparazione del sito. La connessione esagonale interna dell'impianto PROVATA è lavorata con precisione per la massima stabilità e sigillatura impianto-abutment, oltre a fornire un'eccellente sensibilità tattile durante il posizionamento e la connessione delle parti protesiche.

La gamma di impianti PROVATA è composta da PRO (disponibile nei diametri Ø4 e 5mm) e PROMAX® (disponibile nei diametri Ø6, 7, 8 e 9mm).

Indipendentemente dal diametro dell'impianto, gli impianti PROVATA hanno una delle due dimensioni di connessione protesica: standard o larga. Ciò riduce i requisiti di inventario del medico e garantisce la compatibilità con una varietà di strumenti esistenti.

PROVATA ha una forma del corpo affusolata con un apice arrotondato dell'impianto per mitigare il rischio di danni alle strutture anatomiche. La gamma è prodotta in titanio di grado 4 ad alta resistenza (≥ 900 MPa).

Benefici chirurgici e protesici

  • Requisiti di inventario ridotti.
  • Eccellente sensibilità tattile durante il posizionamento dei componenti protesici.
  • Superficie SInergy - Southern Implants utilizza la stessa superficie sabbiata con allumina da oltre 20 anni, con risultati clinici di successo sia nell'osteointegrazione precoce che nella longevità.1, 2
  • Un colletto per impianto smussato lavorato liscio, che fornisce uno spostamento della piattaforma integrato.
  • Impianti PRO disponibili con design MSc per pazienti ad alto rischio (cioè una superficie lavorata liscia estesa sopra i 3 mm crestali superiori dell'impianto).
  • Apice implantare arrotondato, che attenua il rischio di danni alle strutture anatomiche.
  • Ampia gamma di opzioni protesiche per il trattamento della riabilitazione di dente singolo, parziale o completa dell'arcata in design standard e digitale.

1Vandeweghe, S., Ferreira, D., Vermeersch, L., Mariën, M. e De Bruyn, H. (2016). Follow-up retrospettivo a lungo termine di impianti torniti e moderatamente ruvidi nella mascella edentula. Ricerca sugli impianti orali clinici, 27 (4), 421-426.

2 Vandeweghe, S., Hawker, P. e De Bruyn, H. (2016). Un follow-up retrospettivo fino a 12 anni su impianti con carico immediato e superficie modificata nella mandibola edentula. Odontoiatria implantare clinica e ricerca correlata, 18 (2), 323-331.

Fotografia clinica preoperatoria

Fotografia clinica preoperatoria

Radiografia preoperatoria

Radiografia preoperatoria

Parte anteriore mascellare fallita

Panoramica del caso clinico:

Età / sesso del paziente: Donna di 50 anni
Reclamo principale: Incisivi mascellari e laterali non riusciti a causa di un trauma. Richiedi soluzione fissa.
Reperti radiografici: Volume osseo sufficiente per una protesi fissa su impianto. Nessuna lesione apicale. Perdita di osso superiore alla metà della lunghezza della radice.
Risultati clinici: Anteriore mobile Grado III. PPD 5-7 mm. Biotipo 2. Igiene orale accettabile
Diagnosi: Parodontite grave dovuta a trauma
Piano di trattamento: Estrazione di centrali e laterali, installazione dell'impianto con protesi provvisoria, guarigione 12 settimane e successivamente protesi definitive

Prodotti in vetrina:

Impianto (i): Provata Co-Asse 12D 4.0mm x13
Monconi provvisori: Scansionato per PMMA / abutment passivo
Protesi definitiva: Progettato per Monolithic Zirconia / Abutment Passivo

Chirurgia e ponte provvisorio: Provata Co-Axis 12D fallito mascellare anteriore

Stato clinico preoperatorio. La gengiva cheratinizzata circonda il dente fratturato.

Stato clinico preoperatorio. La gengiva cheratinizzata circonda il dente fratturato.

La radice viene estratta. La parete ossea vestibolare era intatta.

La radice viene estratta. La parete ossea vestibolare era intatta.

È stata utilizzata una punta elicoidale da 2 mm per una profondità adeguata. È stato pianificato un impianto da 13 mm. L'altezza della gengiva sopra la cresta ossea era di 3 mm. L'impianto è stato pianificato per essere posizionato 1 mm sotto la cresta.

È stata utilizzata una punta elicoidale da 2 mm per una profondità adeguata. È stato pianificato un impianto da 13 mm. L'altezza della gengiva sopra la cresta ossea era di 3 mm.
L'impianto è stato pianificato per essere posizionato 1 mm sotto la cresta.

L'osteotomia è stata quindi avanzata con una fresa conica da 3.3 mm

L'osteotomia è stata quindi avanzata con una fresa conica da 3.3 mm

L'impianto Provata Co-Axis 12d è stato montato sull'unità Co-Axis dedicata e posizionato alla profondità corretta. L'impianto è stato posizionato con un torque finale di 50 Ncm e un ISQ di 78.

L'impianto Provata Co-Axis 12d è stato montato sull'unità Co-Axis dedicata e posizionato alla profondità corretta. L'impianto è stato posizionato con un torque finale di 50 Ncm e un ISQ di 78.

La radice viene accuratamente estratta con periotomo e lussatore

La radice viene accuratamente estratta con periotomo e lussatore

La fresa a 3 vanga è stata posizionata per 2/3 nella presa sulla parete del palato.

La fresa a 3 vanga è stata posizionata 2/3 in basso nella presa sulla parete palatale.

L'indicatore di direzione è stato utilizzato per verificare la corretta angolazione. Come guida per il posizionamento di un impianto Co-Axis a 12 gradi, allineare l'osteotomia al bordo incisale del dente adiacente. Usa l'indicatore di direzione 12d dedicato.

L'indicatore di direzione è stato utilizzato per verificare la corretta angolazione. Come guida per il posizionamento di un impianto Co-Axis a 12 gradi, allineare l'osteotomia al bordo incisale del dente adiacente. Usa l'indicatore di direzione 12d dedicato.

L'osteotomia è stata quindi fatta avanzare con una fresa conica da 4.0 mm fino alla profondità e alla direzione finali.

L'osteotomia è stata quindi fatta avanzare con una fresa conica da 4.0 mm fino alla profondità e alla direzione finali.

L'osteotomia è stata quindi fatta avanzare con una fresa conica da 4.0 mm fino alla profondità e alla direzione finali.

Dopo il posizionamento dell'impianto, lo spazio tra gli impianti e la parete ossea vestibolare così come gli alveoli estrattivi sugli incisivi centrali sono stati innestati con Osteobiol Mp3 e ricoperti di collagene. I flag di scansione (SF-M) sono stati montati e scansionati con IOS a 3 forme.

La protesi provvisoria è stata realizzata tramite scansione e fresata in PMMA. Gli abutment passivi sono stati cementati alle temperature del PMMA.

La protesi provvisoria è stata realizzata tramite scansione e fresata in PMMA. Gli abutment passivi sono stati cementati alle temperature del PMMA.

Primo piano del restauro provvisorio con monconi passivi cementati.

Primo piano del restauro provvisorio con monconi passivi cementati.

Situazione clinica post-operatoria a due giorni alla consegna della protesi provvisoria

Situazione clinica post-operatoria a due giorni alla consegna della protesi provvisoria

Protesi provvisoria montata

Protesi provvisoria montata

Situazione post operatoria a due settimane

Situazione post operatoria a due settimane

Situazione clinica post operatoria a tre mesi. Il paziente è soddisfatto del risultato estetico. Pertanto non viene prodotta alcuna nuova impronta, poiché il file digitale della protesi provvisoria viene utilizzato per il processo di fresatura finale monolitica in zirconia.

Situazione clinica post operatoria a tre mesi. Il paziente è soddisfatto del risultato estetico. Pertanto non viene prodotta alcuna nuova impronta, poiché il file digitale della protesi provvisoria viene utilizzato per il processo di fresatura finale monolitica in zirconia.

La protesi provvisoria viene rimossa.

La protesi provvisoria viene rimossa.

Vista assiale che mostra che ci sono ancora alcuni granuli di Mp3 non riassorbiti nei tessuti molli. Si possono osservare piccoli cambiamenti della placca ossea vestibolare.

Vista assiale che mostra che ci sono ancora alcuni granuli di Mp3 non riassorbiti nei tessuti molli. Si possono osservare piccoli cambiamenti della placca ossea vestibolare.

Protesi parziale fissa Definitive 4 unite in zirconia monolitica e abutment passivo.

Protesi parziale fissa Definitive 4 unite in zirconia monolitica e abutment passivo.

Vista assiale del restauro definitivo.

Vista assiale del restauro definitivo.

La protesi parziale fissa definitiva in posizione. Il restauro è stato serrato a 35 Ncm.

La protesi parziale fissa definitiva in posizione. Il restauro è stato serrato a 35 Ncm.

3 y follow-up radiografie

3 y follow-up radiografie.

La protesi parziale fissa definitiva in posizione. Il restauro è stato serrato a 35 Ncm.

Portafoglio di impianti zigomatici Southern Implants:

Rendendo omaggio

Per-Ingvar Brånemark

Per-Ingvar Brånemark: 3 maggio 1929-20 dicembre 2014.

Con il recente lancio dell'impianto ZAGA, abbiamo ritenuto opportuno riflettere sul viaggio e sulle persone che hanno contribuito al portfolio di impianti zigomatici di Southern Implants.

Innanzitutto, dovrebbe essere accreditato il Prof. PI Brånemark che ha progettato i primi impianti zigomatici e ha aperto la strada al concetto di supporto della dentatura tramite ancoraggio nello Zygoma. Il Prof Brånemark ha riportato un tasso di successo complessivo del 97.6% con il posizionamento di oltre 200 impianti zigomatici nel periodo 1989-2001.

Le ossa zigomatiche sono un'ottima fonte di supporto protesico, fornendo una generosa quantità di osso. Gli impianti zigomatici e oncologici extra lunghi di Southern consentono di utilizzare questo osso, portando la superficie del restauro più vicino a una posizione protesica ideale.

Il nostro primo miglioramento significativo rispetto a quello proposto e utilizzato dal Prof. Brånemark è stato il passaggio dall'angolazione di 45º nella testa dell'impianto a 55º. L'angolo di 55º fornisce l'angolo di emergenza corretto nei restauri dentali e fornisce una certa flessibilità sul piano del restauro per complesse ricostruzioni medio-facciali multi-impianto. Ciò è stato descritto in un articolo pubblicato nel 2003 da DG Howes, JG Boyes Varley, GA Blackbeard, JF Lownie e PA Betts1. Il Prof. Brånemark ha applaudito questo miglioramento e ha invitato Drs. Boyes-Varley e Howes per presentarlo alla sua conferenza celebrativa di 40 anni in Brasile nel 2005. Oltre all'asse protesico migliorato, l'angolo di 55º riduce anche le sollecitazioni all'interno degli impianti e dei componenti fino al 20%.

Il successivo contributo significativo al nostro portafoglio è stato l'introduzione del corpo lavorato2. Questa modifica è stata originariamente proposta per le ricostruzioni oncologiche, ma è stata successivamente utilizzata per il posizionamento extra-alveolare. Le sezioni lavorate sono eccellenti per i tessuti molli esposti.

L'apice stretto è stato un'aggiunta rivoluzionaria alla nostra gamma di impianti zigomatici. L'introduzione dell'apice sottile è stata resa possibile solo grazie al nostro accesso al titanio puro ad altissima resistenza con oltre 920 MPa.

Altrettanto significativo quanto lo sviluppo dell'hardware è stato lo sviluppo dei protocolli chirurgici associati agli impianti zigomatici. I seguenti medici hanno tutti svolto un ruolo significativo in questi sviluppi: John Stella, James Chow, Carlos Aparicio, Greg Boyes-Varley, Ruben Davo, Hermann Kluge, Chris Butterworth, Guy McClellan, Gerardo Peregrino.

Agli impianti Southern sono stati assegnati due brevetti che riguardano il portfolio Southern di impianti zigomatici, ovvero l'uso di titanio ad altissima resistenza per facilitare le dimensioni ridotte (Barbanera, Cumming) e il piatto dell'impianto ZAGA (Aparicio, Pauk, Cumming) .

1 Modifiche chirurgiche al protocollo Brånemark zygomaticus nel trattamento della mascella gravemente riassorbita: un rapporto clinico

2 Boyes-Varley JG, Howes DG, Davidge-Pitts KD, Branemark I, McAlpine JA. Un protocollo per la ricostruzione mascellare dopo resezione oncologica utilizzando impianti zigomatici.

Messa a fuoco clienteRicerca: il nucleo dello sviluppo del prodotto

Abutment passivi

Morris GA, Prestipino T, Drago C.

Il nuovo moncone passivo di Southern Implants: procedure cliniche e di laboratorio per la realizzazione di una protesi parziale fissa avvitata. J Dent Technol. 2020 ottobre; 26-32.

In questa linea guida tecnica, Drs. Gary Morris e Carl Drago e Tony Prestipino (USA) descrivono passo dopo passo le procedure per la realizzazione di una protesi parziale fissa avvitata di tre unità utilizzando gli esclusivi monconi passivi di Southern Implants.

Il Passive Abutment è stato progettato per porre rimedio alla distorsione indesiderata della protesi durante la fusione. Ciò può causare disadattamento e impassibilità, che possono provocare penetrazione microbica, allentamento della vite o frattura. Il Passive Abutment presenta una base in titanio lucido con un cilindro di burnout in plastica. Una vite di fissaggio viene utilizzata per bloccare la base in titanio sull'analogo durante il processo di cementazione della fusione sul componente interfacciale. La base in titanio prodotta con precisione garantisce un perfetto adattamento tra la corona e la piattaforma dell'impianto per i restauri in ghisa.

I seguenti suggerimenti tecnici sono stati evidenziati in questo articolo:

  • Quando si monta l'abutment sull'analogo in laboratorio, non serrare eccessivamente la vite da laboratorio in ottone poiché ciò potrebbe deformare il manicotto di plastica.
  • Utilizzare lo speciale alesatore manuale Southern Implants della misura corretta (LT18-2.4, LT18-2.6 o LT18-2.8) per preparare la superficie della sede della vite all'interno della fusione per garantire il corretto posizionamento e serraggio della vite protesica.
  • Non serrare eccessivamente le viti di fissaggio in PEEK poiché ciò potrebbe causare la frattura della testa della vite.
  • È fondamentale limitare la quantità di cemento resinoso ed evitare l'area immediatamente intorno alle teste delle viti in PEEK quando si fissa la fusione alla base in titanio. Il cemento in eccesso può fuoriuscire attraverso i fori delle viti e bloccare inavvertitamente le viti di fissaggio nel cemento.

Gli autori hanno notato che la linea di cemento della protesi finita non era nemmeno tra i componenti, il che è un'indicazione rivelatrice che senza l'abutment passivo ci sarebbe stato un disadattamento di fusione.

Leggi l'intero articolo qui.

Impianti MAX Wide Body

Hattingh A, De Bruyn H, Van Weehaeghe M, Hommez G, Vandeweghe S. Cambiamenti di contorno

Dopo il posizionamento immediato di impianti ultra larghi in alveoli estrattivi molari senza innesto osseo. J Clin Med. 2020 agosto 4; 9 (8).

Nell'articolo finale della sua tesi di dottorato, il Dr. André Hattingh (Regno Unito) ha presentato un articolo fondamentale che valuta i cambiamenti delle dimensioni della cresta dopo il posizionamento degli impianti MAX negli alveoli estrattivi molari, senza innesto osseo. Le impronte sono state prese all'estrazione, dopo 4 mesi ea 1 anno. Sedici impianti erano in siti molari mascellari e 11 in siti molari mandibolari.

I cambiamenti complessivi della cresta sono stati i seguenti:

Impianti MAX Wide Body

Lo studio ha concluso che, sebbene il posizionamento immediato dell'impianto possa mitigare la grave riduzione crestale osservata nei casi ritardati, i medici dovrebbero comunque essere consapevoli e pianificare una quantità significativa di restringimento orizzontale e verticale e considerare il posizionamento sottocrestale con aumento al momento del posizionamento. L'estrazione atraumatica, la tecnica corretta e il corretto posizionamento degli impianti MAX sono fondamentali per la conservazione della cresta.

Mini-impianti ILZ

Van Doorne L, De Kock L, De Moor A, Shtino R, Bronkhorst E, Meijer G, et al.

Mini impianti da 2.4 mm posizionati senza lembo per overdenture mascellari: uno studio clinico prospettico multicentrico di coorte. Int J Oral Maxillofac Surg. 2020 marzo; 49 (3): 384-91.

I mini impianti dentali (MDI) sono impianti monopezzo ball-overdenture con diametro Ø2.4 mm e stanno diventando sempre più popolari per il restauro di creste strette, soprattutto nei pazienti più anziani. Tuttavia, a causa della salute spesso compromessa e dell'età avanzata di questi particolari pazienti, nonché della piccola superficie di contatto osso-impianto dell'impianto, i tassi di fallimento possono essere più alti rispetto agli impianti standard. Una recente revisione sistematica di 15 articoli ha rilevato un tasso di fallimento del 31.7% per MDI nella mascella.

Tuttavia, il successo protesico può ancora essere raggiunto con uno o due impianti falliti e i pazienti riferiscono costantemente una migliore qualità della vita con MDI.

Il dottor Van Doorne e colleghi dell'Università di Ghent (Belgio) hanno presentato i risultati a 2 anni di 31 pazienti trattati con 4-5 MDI nella mascella. Tutti i pazienti avevano> 50 anni e utilizzavano protesi. Gli impianti sono stati posizionati senza lembo in siti preparati utilizzando un protocollo a fresa singola. Non è stata necessaria alcuna sutura e la protesi esistente del paziente è stata ribasata per accogliere le sfere durante la guarigione. I cappucci per overdenture sono stati collegati dopo 6 mesi.

A 2 anni dal posizionamento, 32 impianti avevano fallito in 16 pazienti (17.3%). Tutti i fallimenti si sono verificati prima che la protesi definitiva fosse collegata. Due pazienti hanno perso cinque o sei MDI con conseguente 2 fallimenti protesici (6.5%). La perdita dell'impianto è stata significativamente influenzata dal sesso, ma non dal fumo o dalla posizione. Il punteggio medio del dolore su 10 era 4.1 ± 2.8 il giorno 1 e 1.1 ± 1.7 il giorno 7. Il XNUMX% dei pazienti ha dichiarato che raccomanderebbe il trattamento ad altri. Nonostante i tassi di fallimento più elevati, il successo protesico era accettabile.

Si consiglia un'attenta pianificazione e guida per non perforare il pavimento nasale o del seno. Evitare il reindirizzamento durante la perforazione per non rompere la punta elicoidale stretta (Ø2 mm).

A proposito di INVERTA® Registro degli impianti

novembre 2020

Di: Tamsin Cracknell

I registri di sperimentazione clinica in linea erano originariamente strumenti utilizzati dal mondo farmaceutico per acquisire enormi quantità di dati sulle prestazioni dei farmaci sul campo. I registri consentono l'archiviazione sicura e anonima e il backup dei dati, accessibili da qualsiasi parte del mondo in qualsiasi momento, e rendono l'analisi statistica dei dati molto più semplice e in gran parte priva di errori umani.

Con l'avvento delle nuove e rigorose normative UE per la commercializzazione di dispositivi medici (MDR 2017/745), i registri clinici stanno diventando sempre più popolari tra i produttori di dispositivi per ottenere informazioni aggiornate sulle prestazioni dei loro prodotti nel mondo reale come bene. Uno dei nuovi requisiti intensivi stabiliti dalle normative MDR è che i produttori devono raccogliere continuamente e in modo proattivo il feedback degli utenti finali.

I registri predefiniti sono disponibili tramite modelli pay-per-use ma sono costosi e più adatti alle sperimentazioni farmaceutiche. La Southern Implants si è quindi impegnata a costruire il nostro registro clinico da zero, un processo che è durato 3 anni ed è in continua evoluzione.

Il registro è stato inizialmente utilizzato per il beta test dell'impianto INVERTA rilasciato di recente negli Stati Uniti. Successivamente è stato esteso al Regno Unito e all'Australia. Dopo ogni caso, i medici creano un file paziente online e acquisiscono dettagli come lo stato della dentatura, il codice dell'impianto e il numero di lotto, il momento di inserimento, il tipo e l'ora del restauro, ecc. Possiamo quindi filtrare questi dati e analizzarli per tendenze o pubblicazione.

Il framework del registro si sta espandendo rapidamente e l'obiettivo è quello di utilizzarlo alla fine come canale per il feedback su tutti i prodotti Southern Implants. Ciò renderà ancora più facile per i nostri clienti di tutto il mondo sentire il loro contributo.

Attenzione al cliente

Il dottor Howard Gluckman

Il dottor Howard Gluckman

Il dottor Howard Gluckman

Il dottor Howard Gluckman di Cape Town è stato nominato al ruolo di Adjunct Assistant Professor presso il Dipartimento di Parodontologia della Facoltà Associata della School of Dental Medicine della Penn University.

Il dottor Gluckman ha completato la sua formazione odontoiatrica presso l'Università di Witwatersrand a Johannesburg nel 1990. Dopo aver trascorso diversi anni in uno studio medico generale, ha conseguito una laurea di 4 anni a tempo pieno (Cum Laude) in Medicina Orale e Parodontologia presso l'Università di Stellenbosch in Cape Town nel 1998. È stato strettamente coinvolto nello sviluppo del diploma post-laurea in Implantologia presso l'Università di Stellenbosch e successivamente presso l'Università di Western Cape. Attualmente è uno studio privato a tempo pieno a Cape Town, Sud Africa. È anche il direttore della Implant and Aesthetic Academy, che è una struttura di formazione post-laurea privata in Sud Africa che attualmente fornisce un programma completo di formazione post-laurea in Implantologia. L'Accademia è accreditata dall'Università di Francoforte. Si occupa di formazione in Implantologia da 18 anni.

Prof. Chris Butterworth

Chris Butterworth

Il professor Chris Butterworth

Il Prof. Chris Butterworth, del Liverpool Head and Neck Center, è stato riconosciuto dall'AAOMS (American Association of Oral and Maxillofacial Surgery) per la sua recente presentazione della ricerca al loro incontro virtuale. La tecnica "ZIP flap", che è stata sperimentata al Liverpool Head and Neck Centre, sta guadagnando slancio e fornisce risultati incredibili per i pazienti con tumori maligni della mascella superiore.

Focus di notizie

UK:

Riportare i clienti al lavoro: Fit test nel Regno Unito

Dopo mesi di incertezza e frustrazione nel Regno Unito mentre le autorità sono alle prese con il tentativo di bilanciare le loro prospettive di salute pubblica, prove (o mancanza di, a seconda dei casi) con la fornitura di un'odontoiatria sicura, è stato un gradito sollievo vedere i clienti essere in grado di tornare al lavoro e curare nuovamente i propri pazienti da giugno 2020.

Anche se è stato un grande sollievo per molti dei nostri clienti riaprire, anche se con significative misure di sicurezza aggiuntive e procedure a cui attenersi, un collo di bottiglia chiave nel tornare al lavoro è stato l'approvvigionamento di DPI appropriati e il test delle maschere.

Entra nel Team SIUK!

Facendo sempre tutto il possibile per supportare i nostri clienti, SIUK ha anticipato questo ostacolo e ha avuto la fortuna di essere in grado di organizzare un corso certificato di fit tester per il nostro team. Il corso di un'intera giornata è stato eccellente e il nostro team ora è composto da test di qualità del viso certificati e competenti. Il team SIUK ha eseguito un totale di 771 fit test per i nostri clienti e altri, riportando molti di loro al lavoro il prima possibile. Colin Hart, il nostro responsabile regionale per la Scozia, ha eseguito oltre 500 test!

È stato un privilegio poter svolgere un ruolo per riportare i nostri clienti al lavoro.

 

America del Nord:

I monconi TiBase degli impianti Southern sono ora disponibili

TiBase

Design unico degli abutment TiBase:

  • Utilizzato con i principali sistemi CAD / CAM scansionando direttamente l'abutment o utilizzando le librerie CAD / CAM digitali.
  • Realizzato in titanio, l'abutment crea una connessione Ti Ti tra l'abutment e l'impianto.
  • Le scanalature lavorate aumentano la ritenzione del cemento.
  • L'anodizzazione dell'oro migliora l'estetica.
  • Il lato piatto sul lato del moncone fornisce una funzione di scansione e indicizzazione al moncone.
  • Disponibile in 3 altezze di colletto, oltre che accattivante e non coinvolgente.

Focus evento

Sud Africa:

Il "Tour della conservazione"
“La vita è piena di opportunità; Il successo consiste nel prendere quelli giusti "

Il tour delle presentazioni si è concentrato sulle soluzioni di trattamento innovative di Southern che avrebbero aiutato il medico a richiamare i pazienti che in precedenza non avevano seguito il trattamento con impianto. Abbiamo avviato un sistema di voucher che consente uno sconto considerevole per aiutare gli studi medici e, in ultima analisi, i pazienti a eseguire i trattamenti implantari.

Conferenza degli utenti in Italia 13 April 2019

Riunire leader notevoli specializzati nel trattamento della mascella gravemente atrofica

SINA è stata onorata di riunire un gruppo di rinomati educatori in un forum virtuale di esperti sul webinar Zygomatic Implant Dentistry. Questo programma stimolante e provocatorio si rivolgeva ai partecipanti di dentisti implantari avanzati e mirava a evidenziare nuovi approcci che stanno portando a risultati superiori. Il webinar dal vivo si è tenuto il 6 novembre e si è concentrato su argomenti importanti poiché l'evoluzione di questa terapia di trattamento si muove molto rapidamente. L'elenco dei 5 oratori e gli astuti moderatori hanno affascinato i partecipanti che si sono uniti da tutto il mondo.

Esaurito Virtual Zygomatic Hands-On Delights All

Durante questo difficile periodo di incontro di persona, SINA ha insistito sul fatto di fare qualcosa per soddisfare gli alti livelli di interesse che sta ricevendo per il portafoglio di impianti zigomatici meridionali. Quindi, è stato creato un workshop pratico virtuale. Il seminario esaurito intitolato Linee guida pratiche per il trattamento della mascella gravemente atrofica è stato facilitato dal dottor Greg Boyes-Varley dal Sud Africa e trasmesso in diretta negli Stati Uniti sabato 7 novembre. I partecipanti dalla costa occidentale a quella orientale hanno seguito il dottor Boyes -Varley attraverso un intervento chirurgico al paziente ed ha eseguito il proprio intervento chirurgico sul modello del paziente con kit, impianti e monconi zigomatici meridionali. Il feedback del primo workshop pratico di questo tipo è stato positivo, i partecipanti hanno apprezzato l'interattività, oltre a utilizzare le proprie attrezzature, nei loro uffici, per eseguire la chirurgia del modello, come ha commentato un partecipante "Da un punto di vista pratico, ha funzionato molto bene essere in grado di utilizzare la nostra attrezzatura nel nostro ambiente. " Il successo del programma garantisce programmi simili in futuro. Restate sintonizzati per l'annuncio del prossimo Zygomatic Virtual Hands-On Workshop!

Australia: tornano i workshop di persona!

Dopo le numerose sfide portate dalla pandemia COVID-19, l'Australia meridionale è felice di tornare a fornire seminari di persona come opportunità di apprendimento per clienti e amici. Il primo si è tenuto a novembre, con i relatori Dr. Dale Howes e Dr. James Digges che hanno parlato di Co-Axis® e INVERTA® Implants, il dottor Rajiv Verma, il dottor Cameron White e il dottor Ehsan Mellati presentano su Versah Il dottor Michael Walker e Kylie Harstang presentano la PRF e la venipuntura.

Prossimi eventi con Southern Implants

Sud Africa

SALVA LA DATA!
Forum internazionale degli impianti meridionali 2022
Marzo 20-23, 2022
Sud Africa