Seleziona Pagina

ID di controllo: 2600027
CONTATTO: neil meredith
Dettagli astratti
CATEGORIA ATTUALE: Scientifico
TIPOLOGIA DI PRESENTAZIONE: Manifesto
Astratto

TITOLO:

Serrare, serrare e manipolare le caratteristiche di una nuova vite per abutment con uno spessore in PTFE integrato.

AUTORI: Meredith, Neil

CORPO ASTRATTO:
Introduzione:
Le caratteristiche di avvitamento e precarico delle viti per abutment degli impianti dentali sono fondamentali per mantenere il serraggio della protesi ed evitare la frattura durante l'intervallo di tempo di un restauro supportato da impianto. Le limitazioni del titanio e delle viti in lega grazie al suo alto coefficiente di attrito sono ben comprese. Questo è stato trattato con l'uso di leghe o rivestimenti; tipicamente oro o DLC. Tali rivestimenti presentano svantaggi e spesso provocano un serraggio eccessivo che porta ad un aumento dello sforzo di rottura con conseguente frattura. È stata progettata una nuova vite per abutment che ha uno spessore in PTFE sulla superficie del cuscinetto che consente un aumento progressivo della coppia di serraggio durante il controllo dell'attrito. Questo studio in-vitro è stato intrapreso per misurare e confrontare le caratteristiche di coppia e precarico di una serie di viti per abutment in condizioni cliniche simulate.

Metodo:
Un banco di prova è stato progettato e fabbricato per consentire l'applicazione di una coppia di torsione regolata (10,20,25 e 32Ncm) a velocità di 5,10,15 e 20 rpm a viti di abutment inserite in un pilastro dentale collegato a una cella di carico per misurare il precarico durante il serraggio. Le misurazioni del picco di precarico sono state registrate insieme a un diagramma grafico della coppia contro la distanza di serraggio in funzione del tempo. Sono stati valutati il ​​titanio, la lega con rivestimento DLC, l'oro e la nuova vite a scafo. I test sono stati effettuati in condizioni asciutte e poi ripetuti con la saliva simulata come lubrificante.

risultati:
I risultati hanno indicato che il titanio e le viti non rivestite in lega avevano i precarichi più bassi a tutte le coppie di serraggio. I grafici hanno anche indicato che il precarico è stato raggiunto quasi istantaneamente. La vite spessa in PTFE ha generato il preload massimo sotto la coppia di serraggio e ha comportato un precarico dolcemente progressivo. Le condizioni umide non hanno diminuito significativamente i precarichi.

Conclusione:
La geometria, il materiale e le caratteristiche di coppia sono parametri critici nella progettazione di successo delle viti per abutment dell'impianto. L'uso di uno spessore di PTFE è nuovo e può superare alcuni dei problemi associati alla frattura della vite dell'abutment a causa di un involontario serraggio attribuibile ai rivestimenti a vite. Inoltre, la natura elastoplastica dello spessore può contribuire ad aumentare la tenuta dell'elemento-pilastro.

#SouthernImplantsAbstracts #SouthernImplantsCitings #DentalImplant #SouthernImplants