Seleziona Pagina

Post estrazione
Dente molare
Sostituzione

Impianti progettati per raggiungere

elevata stabilità primaria per

protocolli di trattamento ottimizzati

Post estrazione
Sostituzione del dente molare

 

Impianti progettati per ottenere risultati elevati
stabilità primaria per un trattamento ottimizzato
protocolli

La sfida

Una necessità comune per il trattamento implantare dentale è la sostituzione di un dente molare difettoso.

Le dimensioni e la forma dell'alveolo multiradice spesso non sono adatte al posizionamento di un impianto tipico, con conseguente posizionamento dell'impianto compromesso o scarsa stabilità primaria. Ciò può comportare un periodo di attesa di 3-6 mesi per consentire la guarigione prima di tentare di posizionare un impianto.

Il sito guarito si presenterà spesso con un'altezza ossea verticale e orizzontale ridotta, con conseguente necessità di aumento, specialmente nella mascella.

Ciò porta ad un ulteriore allungamento dei tempi di trattamento con maggiori costi e complessità.

La sfida

Una necessità comune per il trattamento implantare dentale è la sostituzione di un dente molare difettoso.

Le dimensioni e la forma dell'alveolo multiradice spesso non sono adatte al posizionamento di un impianto tipico, con conseguente posizionamento dell'impianto compromesso o scarsa stabilità primaria. Ciò può comportare un periodo di attesa di 3-6 mesi per consentire la guarigione prima di tentare di posizionare un impianto.

Il sito guarito si presenterà spesso con un'altezza ossea verticale e orizzontale ridotta, con conseguente necessità di aumento, specialmente nella mascella.

Ciò porta ad un ulteriore allungamento dei tempi di trattamento con maggiori costi e complessità.

Soluzione

L'impianto MAX consente il posizionamento immediato negli alveoli estrattivi molari:

  • Conservazione delle ossa e dei tessuti molli.
  • Riduce il riassorbimento dell'osso vestibolare.
  • Limita la pneumatizzazione del seno: impianto più lungo, prognosi migliore.
  • Riabilitazione più veloce.
  • Rimodellamento osseo minimo documentato.

Soluzione

L'impianto MAX consente il posizionamento immediato negli alveoli estrattivi molari:

  • Conservazione delle ossa e dei tessuti molli.
  • Riduce il riassorbimento dell'osso vestibolare.
  • Limita la pneumatizzazione del seno: impianto più lungo, prognosi migliore.
  • Riabilitazione più veloce.
  • Rimodellamento osseo minimo documentato.

Innovazione

L'impianto MAX propone un design dell'impianto specifico per molari e un protocollo chirurgico dedicato per ottenere un posizionamento prevedibile negli alveoli molari multiradice.

L'impianto MAX presenta un design macro con un design unico della filettatura e una forte conicità per aumentare il vantaggio di ottenere una stabilità primaria ottimale dove il contatto tra osso e impianto è basso. Il design del flauto e della filettatura garantisce la capacità di autofilettatura dell'impianto.

massimizzare la conservazione dell'osso circostante. massimizza la tua soluzione di trattamento.

Innovazione

L'impianto MAX propone un design dell'impianto specifico per molari e un protocollo chirurgico dedicato per ottenere un posizionamento prevedibile negli alveoli molari multiradice.

L'impianto MAX presenta un design macro con un design unico della filettatura e una forte conicità per aumentare il vantaggio di ottenere una stabilità primaria ottimale dove il contatto tra osso e impianto è basso. Il design del flauto e della filettatura garantisce la capacità di autofilettatura dell'impianto.

MASSIMIZZARE la conservazione dell'osso circostante. OTTIMIZZA LA TUA SOLUZIONE DI TRATTAMENTO.

Fatti tecnici
  • Disponibile in:
    • Diametri: 6 mm, 7 mm, 8 mm e 9 mm di diametro (Ø6 mm solo in External Hex MSc)
    • Lunghezze: 7 mm, 9 mm e 11 mm
    • Connessioni: External Hex, Internal Hex, TRI-NEX® e ottagono interno
  • Superficie SInergy migliorata
  • Maggior grado di conicità
Benefici chirurgici
  • Si adatta all'invasatura molare multiradice e consente il posizionamento immediato dopo l'estrazione
  • Massimizza la conservazione delle ossa
  • Riduce al minimo la necessità di innesto osseo
  • Evita le radici dei denti adiacenti
  • Riduce il tempo di trattamento
  • Capacità di utilizzare protocollo chirurgico standard e strumentazione con aggiunte minime
Benefici protesici
  • Aumenta l'accettazione del paziente
  • Capacità di utilizzare componenti protesiche compatibili mediante "cambio di piattaforma"
  • Riduce il tempo di trattamento
Fatti tecnici
  • Disponibile in:
    • Diametri: 6 mm, 7 mm, 8 mm e 9 mm di diametro (Ø6 mm solo in External Hex MSc)
    • Lunghezze: 7 mm, 9 mm e 11 mm
    • Connessioni: External Hex, Internal Hex, TRI-NEX® e ottagono interno
  • Superficie SInergy migliorata
  • Maggior grado di conicità
Benefici chirurgici
  • Si adatta all'invasatura molare multiradice e consente il posizionamento immediato dopo l'estrazione
  • Massimizza la conservazione delle ossa
  • Riduce al minimo la necessità di innesto osseo
  • Evita le radici dei denti adiacenti
  • Riduce il tempo di trattamento
  • Capacità di utilizzare protocollo chirurgico standard e strumentazione con aggiunte minime
Benefici protesici
  • Aumenta l'accettazione del paziente
  • Capacità di utilizzare componenti protesiche compatibili mediante "cambio di piattaforma"
  • Riduce il tempo di trattamento
Documenti di ricerca
Video e animazioni
Impianti del sud
MAX impianto
Caratteristiche principali dell'impianto MAX Quando e perché utilizzare un impianto wide-body: Dr Andrew Ackermann
Impianti MAX nella mandibola: Dr Andrew Ackermann Sostituzione molare post estrazione con impianti MAX: Dr. Mark Steinberg Sostituzione molare post estrazione con impianti MAX: Dr. Robert Blackwell
Referenze

Atieh MA, Alsabeeha NHM, Duncan WJ, de Silva RK, Cullinan MP Schwass D, Payne AGT. Immediati restauri implantari singoli in prese di estrazione molari mandibolari: una sperimentazione clinica controllata. Clin. Impl orale Res. 24, 2013, 484-496 doi: 10.1111 / j.1600-0501.2011.02415.x.

Atieh MA, Payne AGT, Duncan WJ, de Silva RK, Cullinan, MP. Posizionamento immediato o restauro / caricamento immediato di impianti singoli per la sostituzione del dente molare: una revisione sistematica e una meta-analisi. The International Journal of Oral & Maxillofacial Implants. 2010, volume 25, numero 1, 401-415.

Atieh MA, Alsabeeha NHM, Payne AGT, Schwass DR, Duncan WJ. Coppia di inserzione di impianti a diametro ampio immediato: analisi finita. Quintessence Int. 2012; 43: e115-e126.

Hattingh AC, De Bruyn H, Ackermann A, Vandeweghw S. Posizionamento immediato degli impianti a diametro ultra ampio negli zoccoli molari: descrizione di una tecnica raccomandata. Int J Periodontics Restorative Dent 2018; 38: 17-23. doi: 10.11607 / prd.3433.

Egbert N, Ahuja S, Selecman A, Wicks R. Restauro del dente singolo nella mascella con un impianto di diametro molto largo: un referto clinico. J Adv Oral Res 2016; 7 (3): 41-45.

Smith RB, Tarnow DP. Classificazione dei siti di estrazione molare per il posizionamento immediato dell'impianto dentale: Nota tecnica. The International Journal of Oral & Maxillofacial Implants. 2013; 28: 911-916: doi 10.11607 / jomi.2627.

Vandeweghe S, Ackermann A, Bronner J, Hattingh A, Tschakaloff A, De Bruyn H. Uno studio retrospettivo e multicentrico su un impianto Novo Wide-Body per regioni posteriori. Odontoiatria implantare clinica e ricerca correlata. 2009, 1-12. Doi 10.1111 / j.1708-8208.2009.00253.x.

Vandeweghe S, De Bruyn H. Un confronto tra impianti per valutare il concetto di switching di piattaforma. Uno studio controllato randomizzato. Eur J Oral Implantol 2012; 5 (3): 253-262.

Vandeweghe S, Hattingh A, Wennerberg A, De Bruyn H. Protocollo chirurgico e risultato clinico a breve termine del posizionamento immediato negli zoccoli di estrazione molare utilizzando un impianto Wide Body.
J Oral Maxillofac Res 2011 (luglio-settembre); 2 (3): e1.

Vandeweghe S, De Ferrerre R, Tschakaloff A. De Bruyn H. Un impianto wide-body come alternativa per rialzo del seno o innesto osseo. J Oral Maxillofac Surg 2011; 69: e67-e74

Documenti di ricerca
Video e animazioni
Impianti del sud
MAX impianto
Caratteristiche principali dell'impianto MAX Vantaggi MAX delle caratteristiche principali: Stabilità primaria
Vantaggi MAX delle caratteristiche principali: cambio piattaforma abilitato Impianti MAX nella mandibola: Dr Andrew Ackermann Quando e perché utilizzare un impianto wide-body: Dr Andrew Ackermann
Sostituzione molare post estrazione con impianti MAX: Dr. Mark Steinberg Sostituzione molare post estrazione con impianti MAX: Dr. Robert Blackwell Impianti MAX: posizionamento chirurgico
Referenze

Atieh MA, Alsabeeha NHM, Duncan WJ, de Silva RK, Cullinan MP Schwass D, Payne AGT. Immediati restauri implantari singoli in prese di estrazione molari mandibolari: una sperimentazione clinica controllata. Clin. Impl orale Res. 24, 2013, 484-496 doi: 10.1111 / j.1600-0501.2011.02415.x.

Atieh MA, Payne AGT, Duncan WJ, de Silva RK, Cullinan, MP. Posizionamento immediato o restauro / caricamento immediato di impianti singoli per la sostituzione del dente molare: una revisione sistematica e una meta-analisi. The International Journal of Oral & Maxillofacial Implants. 2010, volume 25, numero 1, 401-415.

Atieh MA, Alsabeeha NHM, Payne AGT, Schwass DR, Duncan WJ. Coppia di inserzione di impianti a diametro ampio immediato: analisi finita. Quintessence Int. 2012; 43: e115-e126.

Hattingh AC, De Bruyn H, Ackermann A, Vandeweghw S. Posizionamento immediato degli impianti a diametro ultra ampio negli zoccoli molari: descrizione di una tecnica raccomandata. Int J Periodontics Restorative Dent 2018; 38: 17-23. doi: 10.11607 / prd.3433.

Egbert N, Ahuja S, Selecman A, Wicks R. Restauro del dente singolo nella mascella con un impianto di diametro molto largo: un referto clinico. J Adv Oral Res 2016; 7 (3): 41-45.

Smith RB, Tarnow DP. Classificazione dei siti di estrazione molare per il posizionamento immediato dell'impianto dentale: Nota tecnica. The International Journal of Oral & Maxillofacial Implants. 2013; 28: 911-916: doi 10.11607 / jomi.2627.

Vandeweghe S, Ackermann A, Bronner J, Hattingh A, Tschakaloff A, De Bruyn H. Uno studio retrospettivo e multicentrico su un impianto Novo Wide-Body per regioni posteriori. Odontoiatria implantare clinica e ricerca correlata. 2009, 1-12. Doi 10.1111 / j.1708-8208.2009.00253.x.

Vandeweghe S, De Bruyn H. Un confronto tra impianti per valutare il concetto di switching di piattaforma. Uno studio controllato randomizzato. Eur J Oral Implantol 2012; 5 (3): 253-262.

Vandeweghe S, Hattingh A, Wennerberg A, De Bruyn H. Protocollo chirurgico e risultato clinico a breve termine del posizionamento immediato negli zoccoli di estrazione molare utilizzando un impianto Wide Body.
J Oral Maxillofac Res 2011 (luglio-settembre); 2 (3): e1.

Vandeweghe S, De Ferrerre R, Tschakaloff A. De Bruyn H. Un impianto wide-body come alternativa per rialzo del seno o innesto osseo. J Oral Maxillofac Surg 2011; 69: e67-e74